RENT TO BUY: CONVEGNO FIAIP MESSINA E INTERVENTO DI CONFEDILIZIA

20160610_114957-1RENT TO BUY: CONVEGNO FIAIP MESSINA E INTERVENTO DI CONFEDILIZIA 

Il contratto di “rent to buy” è stato al centro del convegno svoltosi stamane presso la sala Consulta della Camera di Commercio di Messina, organizzato dal Presidente di Fiaip – Collegio provinciale di Messina, Nunzio Caristi.
A tracciare gli aspetti fondamentali della disciplina riguardante questa nuova figura contrattuale introdotta dall’art. 23 del D.L. Sblocca – Italia sono stati Bernardo Maiorana, Notaio e componente del Consiglio Notarile di Messina, l’Avv. Sebastiano Maio, Presidente di Confedilizia Messina, e l’Avv. Gaetano Pellegrino del foro di Messina.

Con il “rent to buy”, il proprietario consegna fin da subito l’immobile al conduttore/futuro acquirente, il quale paga un canone costituito da due diverse componenti: quella destinata al pagamento del godimento e quella da imputare al prezzo di acquisto. Dopo un certo periodo di tempo pattuito dalle parti, il conduttore potrà decidere se acquistare o meno l’immobile.
Molteplici le criticità emerse nel corso della trattazione, dovute in gran parte ai “vuoti normativi” lasciati dal Decreto Legge, soprattutto con riferimento alla materia fiscale e ai rimedi cui le parti, a seconda dei casi, potranno fare ricorso per far fronte alle problematiche che dovessero colpire il rapporto contrattuale.
Proprio con riferimento agli strumenti processuali, l’Avv. Maio si è fatto portavoce della recente approvazione, da parte della Commissione Finanze del Senato, dell’emendamento proposto da Confedilizia che prevede l’estensione al “rent to buy” del procedimento di sfratto; “circostanza questa – spiega il Presidente provinciale dell’associazione dei proprietari di immobili – che, fatto salvo il completamento dell’iter legislativo, potrebbe rappresentare senza dubbio un’importante garanzia per il proprietario/venditore”.

Unanime l’invito rivolto dai relatori nei confronti degli agenti immobiliari ad avvalersi di un supporto professionale già nella fase di redazione e stipula del contratto, al fine di limitare al massimo l’insorgenza di criticità che potrebbero inficiare la validità e l’efficacia dell’accordo.

A chiusura dei lavori, è stato presentato il gestionale “Gestifiaip” a cura del referente regionale di Gestifiaip Marcello Pilato,  e il portale “Sea & Sun Sicily” presentato da Angelo Collodoro e Rocco Bassetta.

RENT TO BUY: CONVEGNO FIAIP MESSINA E INTERVENTO DI CONFEDILIZIA leggi l’articolo 

CONFEDILIZIA: BENE IMPEGNO GOVERNO SU POLITICHE ABITATIVE, MA NON DIMENTICARE INCENTIVI AD AFFITTO

Dichiarazione del presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa

“Il viceministro delle infrastrutture Riccardo Nencini annuncia oggi l’intenzione del Governo di procedere ad un ambizioso piano casa, fondato anzitutto sul recupero del patrimonio edilizio pubblico esistente. Si tratta di un impegno importante, specie se sarà accompagnato da una seria e rigorosa politica di disboscamento delle diffusissime situazioni di morosità e di occupazione senza titolo di alloggi che potrebbero soddisfare gran parte della domanda di edilizia residenziale pubblica. Per essere completo, però, il piano del Governo non deve dimenticare di prevedere incentivi per la locazione privata, che in Italia rappresenta da tempo la risposta più efficiente alla richiesta di immobili in affitto. A tal fine, l’unica strada è quella che, sempre oggi, indica – dalla maggioranza – il presidente della Commissione lavoro del Senato Maurizio Sacconi, e cioè quella di porre un tetto più basso alla tassazione patrimoniale Imu-Tasi da parte dei Comuni. Senza questo elemento, qualsiasi piano casa partirebbe monco”.

 

Roma, 14 maggio 2016

UFFICIO STAMPA CONFEDILIZIA

RAGGIUNTO L’ACCORDO TERRITORIALE TRA CONFEDILIZIA E CO.N.I.A. PER GLI AFFITTI A CANONE CONCORDATO NEL COMUNE DI SPADAFORA.

12744458_1665895636997067_8386991473233609858_nE’ stato depositato stamane, presso gli uffici del Comune di Spadafora (ME), l’accordo territoriale per la stipula di contratti di locazione di immobili a canone concordato, raggiunto tra Confedilizia Messina, attraverso la delegazione territoriale di Rometta, e dei Comuni tirrenici, sita presso lo studio dell’arch. Romano e il Co.N.I.A. provinciale di Messina (Confederazione Nazionale Inquilini Associati).

Entusiasta dell’iniziativa l’amministrazione comunale, che ha immediatamente colto i vantaggi per la cittadinanza, auspicando una larga applicazione dello strumento per rilanciare il mercato locatizio nel territorio.

Da oggi, chi sceglierà la locazione a canone concordato potrà beneficiare di grandi vantaggi.

Infatti, il proprietario che affitterà optando per il regime della cedolare secca – scegliendo, dunque, di non far cumulare il canone annuo agli altri suoi redditi (sul cui totale andrà calcolata l’Irpef)-, pagherà solo il 10% sul canone di locazione annuo e non il 21%; inoltre, non sarà tenuto al pagamento dei bolli e della tassa di registro all’Agenzia delle Entrate.

Se, invece, opterà per il regime ordinario, potrà comunque beneficiaredella riduzione del 30% sulla tassa di registro,mentrel’Irpef verrà calcolata sul 70% del canone in base allo scaglione di riferimento.

Inoltre, grazie alle novità introdotte dalla legge di stabilità 2016, chi opterà per il contratto a canone concordato avrà diritto alla riduzione del 25% su Imu e Tasi.

L’accordo, siglato con il rappresentante dell’associazione degli inquilini Co.N.I.A. Massimo Minutoli, consentirà anche questi ultimi di godere di un canone calmierato e, soprattutto, della possibilità di ottenere la detrazione di euro495,80per chi ha un reddito complessivo inferiore ad euro 15.493,00 oppure di euro247,00per redditi superiori ad 15.493,00 ma inferiori ad euro 30.987,00.

Interessati dallo sgravio sono tre tipologie di contratti di locazione ad uso abitativo: i contratti agevolati, della durata di 3 anni più 2 di rinnovo ed contratti transitori, di durata da 1 a 18 mesi.

All’incontro erano presenti il vice sindaco, Dott.ssa Tania Venuto, il presidente di Confedilizia Messina, Avv. Sebastiano Maio, il delegato di Confedilizia Rometta e comuni della fascia tirrenica, Arch. Roberto Romano, ed i membri del direttivo di Confedilizia Messina, Avv. Emanuela Lenzo e Rag. Vincenzo D’Italia.

Per favorire l’informazione dei cittadini sull’importante strumento l’amministrazione comunale si è impegnata ad istituire uno sportello di assistenza immobiliare, curato dalla Confedilizia e dal suo delegato Arch. Roberto Romano, che a breve verrà attivato presso la Casa Comunale.

Il presidente di Confedilizia Messina, Avv. Sebastiano Maio ha evidenziato l’importanza del dialogo con la Pubblica Amministrazione, come “punto di partenza per un cammino orientato ad una sempre maggiore attenzione alle esigenze del territorio,  con particolare riferimento al comparto immobiliare, motore di una auspicata ripresa del mercato”.

INQUINAMENTO ACUSTICO: DIFENDIAMOCI!!

Inquinamento acusticoDi seguito, il vademecum di Confedilizia sugli strumenti che l’ordinamento offre ai privati per difendersi dall’inquinamento acustico.

Per consultarlo CLICCA QUI

IL PRONTUARIO DEI CONSIGLI PER UNA CASA SICURA

cASA SICURA

Confedilizia suggerisce alcune regole per prevenire furti ed intrusioni di terzi all’interno della propria abitazione, per attenuare le conseguenze di un furto, per evitare di essere truffati o derubati. 

Rendi la tua casa più sicura!     

SCARICA SUBITO IL PRONTUARIO DEI CONSIGLI PER UNA CASA SICURA.

 

LO SCADENZARIO TRIBUTARIO DEL MESE DI MAGGIO 2016

Lo Scadenzario Tributario

del proprietario di casa e del condominio

questo mese di maggio 2016 scarica QUI LO SCADENZARIO MAGGIO 2016.

Contratto di locazione nei modelli 730/2016 e UNICO PF 2016.

Indicazione degli estremi di registrazione del contratto di locazione nei modelli 730/2016 e UNICO PF 2016.

Scarica qui la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate Risoluzione N 31

Nuda proprietà, cessioni diminuite. L’intervista all’avv. Sebastiano Maio di Confedilizia.

GIORNALE DI SICILIA 26.04.2016

NUDA PROPRIETA’ CROLLO DI VENDITE. La più alta percentuale delle compravendite è quella del Sud e delle Isole. La Sicilia ha fatto registrare una diminuzione del -53%.

Leggi l’articolo “GIORNALE DI SICILIA” 26.04.2016

L’amministratore che non provvede a stipulare il contratto di assicurazione.

A seguito di richiesta dell’assemblea, l’amministratore che non provvede a stipulare il contratto di assicurazione, ovvero non adegua i massimali della polizza già sottoscritta secondo quanto stabilito dalla delibera di nomina o dal regolamento condominiale, potrebbe essere soggetto a revoca dell’incarico e, se sussistono i presupposti, anche a un’azione risarcitoria per violazione degli obblighi contrattuali.

Tanto si evince anche dall’art. 1129, comma 11, cod. civ., che individua tra le ipotesi di gravi irregolarità idonee a provocare la revoca dell’incarico, tra le altre, “la mancata esecuzione … di deliberazioni dell’assemblea”.

Nello specifico, possono giustificare la revoca dall’incarico:

-la mancata presentazione della polizza assicurativa per la responsabilità civile professionale;

-l’omessa dichiarazione dell’impresa di assicurazione che garantisca le specifiche condizioni richiesta dall’assemblea;

-il mancato adeguamento dei massimali al valore dei lavori straordinari.

La revoca è deliberata dall’assemblea anche su iniziativa del singolo condomino secondo la procedura prevista dall’art. 66 disp. att. cod. civ.

In caso di inerzia dell’assemblea, è possibile ottenere la revoca dell’incarico anche per via giudiziaria.

  

Per favorire gli Amministratori iscritti al Registro (CORAM) nell’espletamento del suddetto incombente, Confedilizia Messina ha stipulato una particolare convezione con la F.S.G. sas Agenzia Generale Plurimandataria di Assicurazioni per la stipula di polizze assicurative, che da diritto a tutti gli iscritti di usufruire di condizioni vantaggiose rispetto al mercato per quanto riguarda, in particolare, le polizze Rc Professionali (Amministratori di Condominio, Avvocati, Commercialisti, Geometri, Architetti, Ingegneri, Medici, Cdl ecc..).

Nel seguente prospetto trovate i costi della polizza per Amministratori di Condominio correlati al fatturato:

AMM. CONDOMINIO

Per maggiori informazioni consulta le nostre convenzioni.

 

 

 

 

RISOLUZIONE DEL MINISTERO DELLE FINANZE CONCERNENTE LA BASE IMPONIBILE PER LA CESSIONE DELL’ABITAZIONE IN COMODATO AI FAMILIARI.

SCARICA QUI  LA RISOLUZIONE N.3946 DEL 17-02-16

Seguici su:

Contatti

AMPE Confedilizia Messina